forumarticles Section Audio La Fanzinotheque brochures journaux nouscontacter Acceuil
Home > Other langages / Otros idiomas / Altri idiomi / Andere Sprachen… > In Italiano

In Italiano

Ultimo aggiornamento : 15 gennaio.

- Non esitate a farci giungere le vostre traduzioni dei testi presenti su questo sito.


  • Tupamaroc e Pantere Nere

    15 gennaio 2017

    “Al di fuori di Israele, il movimento sionista aveva fatto promesse allettanti: appartamenti, istruzione, condizioni di vita decenti. Ma se la nostra vita non è peggiore che nei nostri paesi d’origine, non possiamo dire che molti di noi vivono meglio. Nei nostri paesi di origine, c’erano pochissimi delinquenti ebrei; qui c’è un’alta percentuale di ebrei orientali nelle prigioni. Al di fuori di Israele, siamo stati maltrattati in quanto ebrei; qui siamo maltrattati in quanto Sefarditi. Anche se c’è (…)

  • Cile : Tamara Sol ferita ed in isolamento per un tentativo di fuga [aggiornato]

    15 gennaio 2017

    Ieri mattina è stato comunicato alla famiglia di Tamara Sol che Tamara avrebbe preso parte ad un tentativo di fuga dal carcere di Valparaíso. è pesantemente ferita, è stata picchiata brutalmente dalla Gendarmeria e si trova in isolamento, senza poter comunicare ed in attesa di essere trasferita in un altro carcere.

  • Caso Macchina a espulsione : Dopo oltre sette anni d’istruttoria, quattro persone saranno processate il 23 giugno 2017 a Parigi

    7 giugno 2016

    Dopo sette anni e mezzo d’istruttoria, migliaia di pagine di dossier, una quindicina di persone perquisite, arrestate, pedinate, intercettate, filmate, incriminate, incarcerate, obbligate a residenza, obbligate a vari tipi di controlli giudiziari, alla fin fine lo Stato e la giustizia portano a processo soltanto quattro persone, il 23 giugno 2017, a Parigi. I capi d’accusa più gravi saranno serviti solo per giustificare l’intensità della repressione, dato che sono caduti tutti, lasciando il (…)

  • Dio e lo Stato

    1 febbraio 2016

    Nota introduttiva
    Avendo curato l’edizione italiana dell’ottavo volume delle Opere complete di Bakunin, che col titolo L’Impero knut-germanico e la rivoluzione sociale 1870-1871 ripristina nella sua integrità l’opera da cui, a suo tempo, fu tratto il presente opuscolo, non avrei dovuto macchiarmi, seguendo l’esortazione di Guillaume, della colpa di fare tornare in vita questa abbreviazione arbitraria. Come parziale ammenda inserisco in calce la nota, riguardante questo problema, pubblicata nel (…)

  • Scripta manent, volens nolens !

    14 settembre 2015

    Alcuni hanno l’abitudine, perche fieri e desueti, altri per burlarsi, di dire “non sono nemmeno l’uno per cento eppure esistono”1 sull’aria ben conosciuta di un certo clawn. Nella sezione AS2 del carcere di Ferrara ce n’è il cento per cento, essi esistono belli e buoni, gli anarchici… Lo stato italiano è specialista in materia, di operazione in operazione, dalla Marini ad Ardire, passando per Thor, Mangiafuoco e Cervantes, è con qualche variazione cosmetica e poetica che si mettono in moto le une dopo le altre: grandi “colpi” repressivi della Digos o dei ROS contro gli anarchici. Oggi il piatto del giorno è più poetico che mai. L’operazione Scripta manent (gli scritti rimangono) si è dispiegata sul territorio nazionale italiano la mattina del 6 settembre 2016 su ordine della procura di Torino, con arresti, e una trentina di perquisizioni inerenti agli attacchi rivendicati dalla FAI. Per il momento gli arrestati sono sparpagliati in più prigioni, potrebbero essere prossimamente raggruppati nell’AS2 di Ferrara gli uomini e a Rebibbia le donne.

  • Solidarietà con gli accusati dell’incendio di un’auto di polizia a Parigi

    20 giugno 2015

    A seguito dell’ipermediatizzazione di un’auto di polizia incendiata sotto gli occhi di una dozzina di telecamere, cinque persone sono state arrestate,in serata o nel giorno seguente,accusati di un attacco che tutto sommato avviene abbastanza spesso, tutti odiano la polizia,e capita quasi ogni giorno che venga attaccata in diversi modi su tutto il territorio, specialmente in questa maniera!

  • Il fantasma di Deleuze in place de la République

    27 maggio 2015

    Per concludere, so bene che la differenza fra l’epoca attuale e quella in cui esercitava Deleuze è notevole. In primo luogo, oggi, al potere c’è la sinistra del caviale che ha preso il posto della destra all’indomani del maggio 68 e, in secondo luogo, non ci sono spinte sovversive da liquidare, ma, tutt’al più delle manifestazioni di effervescenza da calmare e una piccola quantità di giovani riluttanti cui lo Stato ha deciso di inculcare il senso civico del dovere, con la forza se necessario, come abbiamo visto in queste ultime settimane. Tuttavia, senza fare delle facili analogie, è necessario ricordare ciò che il deleuzismo, il quale riappare in place de la République e altrove, rappresenta. Certo, "l’esperienza è la lanterna che illumina il cammino già percorso", secondo il proverbio cinese. Essa non può in nessun caso servire da sostituto all’immaginazione creatrice nel senso migliore del termine, all’immaginazione sovversiva, che oggi difetta. Ma, può almeno servire a non ricascare nelle buche già note, troppo note. È in questo spirito che ho scritto questi paragrafi. Sperando di poterli condividere con altri individui che non sopportano il mondo del dominio e che desiderano annientarlo.

  • [Notte in piedi, vita seduti] A te che passi in piedi la tua notte

    26 maggio 2015

    OK, la tua vita quotidiana si è costituita, e segue il suo corso in un contesto autoritario. Nella tua famiglia, a scuola, al lavoro, al Centro per l’impiego, dal medico e perfino nel tuo salotto, ti ritrovi sempre a subire costrizioni e ordini. Ti martellano la testa con quello che DEVI fare, i limiti che NON DEVI oltrepassare, fino a che, per convinzione o per stanchezza, scegli di sottometterti, di rientrare nei ranghi.

  • Imporre l’ordine morale a colpi di martello – Comunicato della Discordia

    4 maggio 2015

    Perché questi attacchi? Perché la Discordia è uno dei soli luoghi pubblici del movimento dove vengono espresse e dibattute pubblicamente delle posizioni anti-religiose e di un antirazzismo coerente (cioè contro ogni idea di “razza”, anche se arriva da sinistra) e senza condiscendenza con quelli che hanno fatto proprio della condiscendenza un rapporto totale alla politica, i nuovi demagoghi. La grossa partecipazione ai dibattiti che trattano di questi temi, così come le numerose discussioni con dei compagni più o meno vicini, ci dicono che c’è una percezione diffusa che qualcosa di pernicioso sta prendendo piede all’interno dell’area “radicale” francese. Vi si incontrano dei difensori della religione e della fede, vi si vedono delle forme di separazione su criteri biologici e genetici che nessuno ha scelto… Cose che i dizionari chiamano, senza timidezza, segregazione. Ma vi si vede anche, sempre più, dei compagni che si accorgono di questi pericoli e prendono posizione. Purtroppo, troppo poche sono le prese di posizione pubbliche. Questo permette ad alcuni illuminati nati ieri, che si credono l’avanguardia di qualche corrente identitaria pseudo-sovversiva, di pensare, cosa strana, che La Discordia è la sola a criticare l’idea di “razza” e a portare il rifiuto della religione. Per dirla tutta : se la prendono con noi anche a causa del silenzio di troppi altri su questi temi.

  • Parigi, La Discordia : Scarabocchio ha scarabocchiato – bis repetita placent

    24 febbraio 2015

    Avremmo preferito non seccarvi ancora con peripezie di questo genere… Ma non avevamo fatto i conti col nostro amico scarabocchio, che ha colpito ancora una volta.

0 | 10 | 20 | 30 | 40 | 50 | 60 | 70 | 80 | ... | 510


Accueil | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0 | Contact | D'autres sites